Freddo e neve: rischi in più per i vetri auto

Con le rigide temperature che stanno interessando tutto il paese, aumentano le richieste di assistenza per i cristalli auto: i dati Carglass® e i consigli su come proteggersi

Carglass - Insegno dell'anno
Le basse temperature e le precipitazioni a carattere nevoso sono una minaccia per i cristalli, una delle parti più esposte dell’auto, soprattutto nei nuovi modelli a causa dell’aumento delle superfici vetrate.
Le più colpite nelle prime settimane del nuovo anno sono soprattutto le regioni del centro-nord: la zona di Roma fa segnare il +23% negli interventi ai vetri da inizio mese, così come incrementi sostanziali si registrano nelle zone di Terni (+33%), del basso Piemonte-Liguria (+12%), nell’area Toscana-Bologna e Romagna (+10%) e Pescara (+ 8%).

La riparazione: la soluzione migliore

L’Intervento tempestivo su una scheggiatura, soprattutto con le temperature ai minimi, è fondamentale perché consente di effettuare la successiva riparazione del cristallo, soluzione sempre consigliata da Carglass® che consente di ripristinare al 100% la sicurezza del vetro e preferibile sia in termini di risparmio di tempo per l’automobilista sia di impatto ambientale.
Una soluzione particolarmente apprezzata se pensiamo che gli interventi nella zona di Pescara hanno avuto un incremento addirittura dell’80%. Seguono Perugia con un aumento del 31% degli interventi di riparazione, Roma con il + 30% e l’area Toscana-Bologna e Romagna con il + 21% sul totale.

Le quattro regole di Carglass®

Come avvengono i danni al parabrezza? Quando neve e ghiaccio entrano in contatto con il manto stradale si formano detriti che, sollevati dalle auto in marcia, possono colpire il parabrezza durante un viaggio, portando alla formazione di scheggiature e piccoli danni.
A questo proposito, Carglass® ricorda quattro preziose raccomandazioni che possono essere utili a evitare danni o a non peggiorare situazioni già compromesse.
Non utilizzare mai il sale per liberare il vetro dal ghiaccio: oltre a graffiare il parabrezza, il sale può attaccare e corrodere lo strato interno del vetro in caso di crepa o scheggiatura.
Non versare acqua bollente sul parabrezza e non indirizzare in maniera diretta il getto di aria calda sul vetro: creare un improvviso shock termico al vetro sovrapponendo aria calda erogata sul vetro e temperatura bassissima dello stesso comporta, infatti, uno stress al parabrezza. È dunque importante riscaldare il vetro lentamente evitando getti diretti di aria molto calda.
Non tentare di rompere lo strato di ghiaccio con oggetti appuntiti o spigolosi: un comportamento di questo tipo comporta la possibilità di danneggiare il vetro. È bene attendere che il parabrezza sia parzialmente scongelato e poi raschiare il ghiaccio con una spatola di plastica. È possibile utilizzare spray chimici per lo sbrinamento, purché non siano presenti scheggiature o crepe nel parabrezza.
Non utilizzare tergicristalli danneggiati: durante l’autunno e l’inverno i tergicristalli fanno gli straordinari. Un tergicristallo, quindi, logorato potrebbe danneggiare il parabrezza. Nei centri Carglass® è possibile effettuarne il check up gratuito e, se è il caso, effettuare la loro sostituzione, raccomandata in ogni caso almeno una volta all’anno.

Il servizio Carglass®

Grazie a numerosi touch point a disposizione – dal sito web all’APP, dal numero verde 800 36 00 36, ai 100 totem interattivi presenti nei centri di assistenza, è possibile prenotare l’intervento Carglass® 24 ore su 24, tutti i giorni. Carglass® è in grado di intervenire sempre, anche il sabato e in servizio mobile, raggiungendo l’automobilista ovunque e nel più breve tempo possibile, garantendo la messa in strada della sua auto in poche ore dalla chiamata. Da oggi inoltre, grazie all’innovativo servizio di prenotazione online dal sito www.carglass.it, si può accedere direttamente alle agende dei centri di assistenza e fissare l’appuntamento per qualsiasi tipo d’intervento nel giorno e nell’orario preferiti.